IGIENE ORALE E PREVENZIONE


 


CHI E' E CHE RUOLO HA L'IGIENISTA DENTALE ALL'INTERNO DELLO STUDIO ODONTOIATRICO?

igiene orale Il Dottore in igiene dentale è un professionista sanitario laureato, che esercita in piena autonomia la propria attività, coadiuvando quella degli odontoiatri. L’igienista dentale si occupa, nello specifico, della prevenzione delle patologie oro-dentali, e promuove la salute orale dei pazienti al fine di migliorarne anche la salute sistemica, nonché l'estetica e l'autostima. Riveste un ruolo importante nella terapia non chirurgica di mantenimento dei pazienti con malattia parodontale (parodontite).

COME SI SVOLGE UNA SEDUTA DI IGIENE ORALE PROFESSIONALE?

igiene orale L’igiene orale professionale si svolge in diversi steps in base al tipo di paziente e dalla tipologia di patologie che ha. L’igiene orale professionale (IOP) si compone di tutte quelle manovre o procedure per ripristinare le condizioni di pulizia e salute dei denti, delle gengive e di tutto il cavo orale in generale. Scopo dell’igiene orale eseguita presso il dentista è quello di:
  • Valutare lo stato del cavo orale;
  • Rimuovere tutto il materiale accumulatosi sui denti e gengive (ed anche sotto le gengive) dalla seduta precedente o in assoluto nel caso di prima visita;
  • Curare patologie come gengivite e parodontite;
  • Ripristinare lo stato di igiene degli elementi dentali e dei tessuti molli.

ANAMNESI DEL PAZIENTE

Quando il paziente si reca per la prima volta dal dentista per l’igiene orale professionale, la prima cosa che gli viene chiesta è quella di rispondere ad alcune domande riguardanti il loro stato di salute come patologie in atto, allergie, terapia farmacologiche in atto, stati di gravidanza o allattamento. Tutte informazioni estremamente utili al dentista e all’igienista dentale per capire in che direzione orientarsi e quali procedure di igiene orale professionale da ricomprendere od evitare.

VISITA DEL CAVO ORALE

Oltre alla scheda di anamnesi compilata dal paziente, il medico deve accertarsi di persona dello stato della bocca che ha davanti quindi effettua un esame intra orale completo per determinare con precisione: la quantità e la posizione del tartaro, il grado di infiammazione delle gengive, la presenza o meno di tasche gengivali, la persistenza di alitosi, impedimenti all’igiene orale quotidiana come la presenza dell’apparecchio fisso, la presenza di manufatti protesici incongrui, denti mal posti od affollamento dentale tutte situazioni che svolgono un’azione ritentiva nei confronti della placca.
Oltre allo specchietto ed allo specillo, il medico si avvale dell’ausilio di indagini radiografiche(panoramica, radiografie endorali o la TC) al fine di determinare l’eventuale riassorbimento osseo dovuto alla malattia parodontale.
In presenza di tasche parodontali profonde, l’esame intraorale deve essere completato con la visita parodontale completa di sondaggio e mappatura che modificherà ulteriormente e guiderà le fasi successive della seduta di igiene orale professionale.

L'IGIENE ORALE PROFESSIONALE (IOP)

L’iop è composta da differenti passaggi tra cui:

Ablazione del tartaro
igiene orale L’ablazione del tartaro o detartrasi consiste nella rimozione della placca e del tartaro sopragengivale e sotto il bordo gengivale o colletto (primi 3 mm sotto la gengiva).

Il dentista o l’igienista dentale utilizzano strumenti sia manuali (curettes) sia a micromotore (ablatore a ultrasuoni). Con la rimozione del tartaro, si elimina la fonte di infezione che determina lo stato di costante infiammazione delle gengive (gengivite) e piano piano i tessuti interessati tornano alla normalità.

L’ablazione del tartaro può risolvere anche la malattia parodontale solo se essa si trova al primo stadio ovvero quando non ha ancora creato tasche parodontali.

Polish o lucidatura dei denti
La fase di lucidatura dei denti ha sia scopo estetico che terapeutico, rispettivamente: riporta gli elementi dentali al loro colore naturale eliminando, al contempo, le macchie più superficiali e crea una superficie estremamente liscia a cui è più difficile, per tartaro e placca, aderire.

Applicazione di paste desensibilizzanti
Eliminazione di concrezioni scopre la parte di dente che in precedenza era avvolta dal tartaro quindi è plausibile che il paziente, dopo la seduta, avverta maggiore sensibilità agli stimoli del caldo e del freddo.

Per rendere più sopportabile la fase di transizione dall’immediato post seduta alle due settimane successive in cui tale sensazione sparisce, il dentista applica una pasta desensibilizzante in prossimità dei colletti. Per prolungare tale effetto è spesso consigliato l’uso di dentifricio per denti sensibili.

Applicazioni di fluoro
Le applicazioni di fluoro (fluoroprofilassi) a mezzo di mascherina apposite, è uno step opzionale e lo scopo per cui tali applicazioni vengono fatte è da ritrovare nel potere degli ioni di fluoro di andare a remineralizzare lo smalto dei denti legando ad esso e rendendolo più forte e resistente agli attacchi degli acidi dei batteri cariogeni quindi più resistente alla carie.

Levigatura radicolare
igiene orale Si fa ricorso alla levigatura delle radici quando il paziente presenta molto tartaro sotto-gengivale che si spinge ben oltre i 3 millimetri e abbia formato delle tasche gengivali in cui si annida e da cui non è possibile rimuovere con la detartrasi. Scopo della levigatura radicolare è quello di rimuovere il materiale purulento dalle tasche, levigare la superficie delle radici dei denti colpiti eliminando ogni minima traccia di tartaro e placca. Così facendo, i tessuti non più infiammati tenderanno a riposizionarsi diminuendo sempre più la profondità della tasca che piano piano si riassorbe e scompare. La levigatura radicolare non è una pratica standard ricompresa nell’igiene orale professionale bensì una procedura che approfondisce la detartrasi e che comunque ricomprende anche quest’ultima.

LO SBIANCAMENTO DENTALE PROFESSIONALE

Lo sbiancamento dentale è una procedura odontoiatrica che permette di migliorare il colore dei denti, rendendoli più bianchi. A questo primo tipo di sbiancamento, cosiddetto “cosmetico”, si affiancano altri tipi di sbiancamenti utili per risolvere discromie dentali, anche severe, dovute a patologie sistemiche (per esempio la fluorosi, disordini ematici, etc) oppure agli esiti di terapie con alcuni tipi di antibiotici (ad esempio, le tetracicline). I prodotti che vengono utilizzati a tal fine contengono principalmente perossido di idrogeno e perossido di carbammide, impiegati in varie concentrazioni a seconda della tecnica che si intende utilizzare e delle esigenze del paziente. Queste molecole di ossigeno vanno a disgregare le molecole dei pigmenti responsabili della discromia, e dunque rendendole non più visibili. Lo sbiancamento dentale agisce solo sui denti naturali, non agisce su corone protesiche, otturazioni o qualsiasi altro materiale da restauro presente nel cavo orale.

L'igienista dentale nella sua pratica clinica può svolgere:
igiene orale
  • effettua in maniera autonoma lo scaling and root planing o levigatura radicolare - curettage; (pulizia a fondo delle tasche gengivali)
  • rileva i parametri biometrici del parodonto;
  • collabora alla compilazione della cartella clinica a fini diagnostici e statistici;
  • provvede all'istruzione sulle varie metodiche di igiene orale;
  • usa mezzi diagnostici idonei ad evidenziare la placca batterica (rilevatori di placca vitale);
  • effettua la rimozione (meccanica o manuale) di placca batterica e tartaro, dalle superfici dentali e implantari;
  • effettua polishing (lucidatura) delle superfici dentali;
  • lucida e leviga restauri protesici fissi e mobili;
  • fornisce consigli per una corretta alimentazione ai fini della tutela della salute dentale;
  • esegue manovre di profilassi del cavo orale, quali applicazioni topiche di fluoro, agenti rimineralizzanti, sigillature dei solchi, applicazione topica di gel desensibilizzanti e spray desensibilizzanti
  • prescrive collutori;
  • prescrive fluoroprofilassi topica domiciliare;
  • prescrive probiotici orali da banco per equilibrare la flora batterica orale
  • esegue sbiancamento dentale a fini estetici.
  • desensibilizza e aiuta il paziente a superare le paure alle cure dentali
  • fidelizza con i richiami di igiene regolare il paziente allo studio dentistico
  • sensibilizza il paziente all'importanza delle cure medico dentistiche
  • sigillature del 6° molari appena erotti nei bambini
igiene orale
facebook     instagram

PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY
DOTT. DANTE BURLINI - STUDIO PRIVATO - VIA ZADEI GUIDO, 20 - 25123 BRESCIA - TEL. 030 290 6629 - CEL. 333 183 2711 - P.IVA 03386100980 - © Copyright 2017-2019 - tutti i diritti riservati - web project by Visualevent - Valid HTML5